Menu

PNIEC: OBIETTIVO RIDURRE I CONSUMI ENERGETICI DEL 43% ENTRO IL 2030





PNIEC: OBIETTIVO RIDURRE I CONSUMI ENERGETICI DEL 43% ENTRO IL 2030



Nella “Relazione sulla situazione energetica nazionale” pubblicata dal MISE, vengono dichiarati gli obiettivi del Piano Nazionale Integrato per l'Energia e il Clima da raggiungere entro il 2030. Il piano prevede una diminuzione di consumo di energia primaria rispetto allo scenario tendenziale del -43% al 2030 e nuovi risparmi annui a partire dal 2021 pari allo 0,8%. Inoltre, entro il 2030, sarà necessario raggiungere un livello di consumi pari a 125 Mtep di energia primaria e 104 Mtep di energia finale, realizzando nuovi interventi di efficienza energetica orientando sempre di più la ricerca e l’innovazione nel settore energetico verso lo sviluppo di tecnologie di prodotto e di processo. La mole di investimenti per la ricerca salgono a quota 180 miliardi di euro.





Questi obiettivi si allineano e si aggiungono al pacchetto di regolamenti Eco Design voluto dalla Commissione Europea che entreranno in vigore da settembre 2021. Le misure prevedono, tra l’altro, direttive per la progettazione eco compatibile che sostenga la riparabilità e la riciclabilità dei prodotti, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi di economia circolare migliorando il ciclo vita, la manutenzione, il riutilizzo, l’aggiornamento, la riciclabilità e la gestione dei rifiuti e degli apparecchi, temi a noi cari già da anni (LEGGI).




Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato la “Relazione sulla situazione energetica nazionale”. Si tratta di un documento che illustra l’andamento del settore energetico nel 2019, anno in cui è stata registrata una diminuzione della domanda rispetto all’anno precedente (-1,3%). Nella relazione vengono dichiarati anche gli obiettivi del PNIEC (Piano Nazionale Integrato per l'Energia e il Clima) che prevedono un diminuzione di consumo di energia primaria rispetto allo scenario tendenziale (-43% al 2030 a fronte di un obiettivo comunitario del - 32,5%) e nuovi risparmi annui a partire dal 2021 pari allo 0,8% dei consumi finali, come previsto dall’art. 7 della direttiva sull’efficienza energetica (EED). Da qui al 2030 sarà necessario raggiungere un livello di consumi pari a 125 Mtep di energia primaria e 104 Mtep di energia finale, realizzando nuovi interventi di efficienza energetica. A tale fine, gli obiettivi dichiarati del PNIEC prevedono di orientare sempre di più la ricerca e l’innovazione nel settore energetico verso lo sviluppo di tecnologie di prodotto e di processo. L’Italia si è impegnata a raddoppiare le risorse per la ricerca su tali ambiti portando la mole di investimenti a quota 180 miliardi di euro cumulati aggiuntivi al 2030 rispetto ad uno scenario tendenziale. In questo contesto sarà inoltre avviata un’attività di monitoraggio degli effetti economici ed occupazionali della transizione con l’obiettivi della just and fair transition.

CLICCA QUI PER LA RELAZIONE



Lumicom

#LightForFuture